La musica del sassofonista e compositore Immanuel Wilkins è piena di empatia e convinzione, legando archi di melodia a gesti ampi di spazio e respiro. Gli ascoltatori sono stati introdotti a questo suono avvincente con il suo acclamato album di debutto Omega, che è stato nominato dal New York Times l’album jazz numero 1 del 2020. L’album ha anche introdotto il suo notevole quartetto con Micah Thomas al piano, Daryl Johns al basso e Kweku Sumbry alla batteria, un’unità affiatata che Wilkins presenta ancora una volta nel suo splendido secondo album The 7th Hand.